Articoli

Lamar Odom (Ex-Star NBA): “Ho detto basta al porno”

Lamar Odom non sta di certo vivendo una vita monotona: dopo i successi sui parquet della NBA con le maglie di Clippers, Heat ma soprattutto Lakers, è passato alle cronache per la sua lotta contro la droga, che lo ha ridotto in fin di vita per più di una volta, rischiando di non svegliarsi più dal coma in cui era caduto nel 2015.

Quest’estate, Odom ha voluto tentare la carta della BIG3, ma il commissioner della lega di 3vs3 più celebre al mondo, ICE Cube, ha deciso di interrompere dopo solamente 3 gare l’avventura del giocatore, a causa della sua scarsa condizione atletica.

Odom, però, non sembra aver intenzione di rinunciare ad un ritorno sui campi come giocatore professionista, ed è alla ricerca di un contratto in qualsiasi campionato per la prossima stagione: in un’intervista a TMZ, ha dichiarato di aver fatto già dei sacrifici, cambiando alcune sue abitudini per cercare di tornare in una forma accettabile per giocare ad alti livelli:

Sto andando molto in palestra per tornare in forma. Ho intenzione di cambiare la mia vita un’altra volta, sto cercando di essere migliore di come sono stato in passato. La mia fidanzata (Sabrina Parr ndr.) è una guru del fitness e mi sta aiutando con gli allenamenti e la dieta. Ho eliminato le caramelle dalla mia alimentazione. E ho smesso anche di guardare video porno“.

Riguardo alla pornografia Lamar durante un podcast su Fight The New Drug ha dichiarato che la pornografia stava distruggendo anche la sua sessualità e i suoi rapporti. La pornografia lo spingeva a chiedere e vedere cose che manipolavano la sua fantasia e a volte anche la realtà.

La pornografia stava distruggendo la sua creatività, la sua attività fisica e i rapporti umani. Lamar definisce la pornografia come un virus che crea dipendenza. La dipendenza, dice Odom, non è altro che una malattia della mente.

Nel libro Porno Tossina spieghiamo dettagliatamente il processo di dipendenza che inizia nel nostro cervello a causa della pornografia. Un processo che può essere rimpiazzato.

A presto
Antonio Morra

L’articolo Lamar Odom (Ex-Star NBA): “Ho detto basta al porno” proviene da PornoTossina.

https://www.pornotossina.it/2019/09/04/lamar-odom-ex-star-nba-ho-detto-basta-al-porno/

https://www.pornotossina.it

Porno online: Agghiaccianti statistiche 2018. Aumentano le donne…

Il 2018 sta volgendo al termine e, come consueto, PornHub (uno dei maggiori portali di produzione e distribuzione di pornografia online) ha rilasciato le agghiaccianti statistiche.

L’ossessione per il porno “hard-core” nel mondo continua a crescere a dismisura e crediamo necessaria un’analisi di quello che sta accadendo nella nostra società.

Iniziamo dicendo che PornHub ha ricevuto 33,500,000,000 visite nel 2018. 13,7 milioni in più rispetto al 2017. Il porno online non è mai in crisi.  Una media di 92 milioni di visite al giorno… la popolazione del Canada, Polonia e Australia. 30 miliardi di ricerche, 962 ricerche al secondo.

Quasi 5 miliardi di video caricarti, 1 milioni di ore di video disponibili.

Pazzesco… vero? PornHub ci da una prospettiva anche più spaventosa.

Ogni minuto:

– 207405 video visti;
– 57750 ricerche;
– 63992 visitatori;
– 12 video caricati con almeno 2 ore di contenuti;
– 22 commenti;
– 122 messaggi inviati;

Ogni minuto 10500 ore di materiale pornografico visualizzato nel mondo. C’è ancora qualcuno che pensa che la pornografia non è stata “normalizzata” nella nostra società?

Gli Stati Uniti continuano ad essere il Paese con il più alto traffico giornaliero verso Pornhub, seguito da Regno Unito, India, Giappone, Canada, Francia e Germania.

L’Italia raggiunge l’ottava posizione superando l’Australia (nel 2017 eravamo alla nona posizione). La durata media di una visita è di 10 minuti e 13 secondi, in aumento rispetto al 2017. L’età media è di 35 e mezzo. Gli utenti tra i 18 e i 34 anni generano il 61% del traffico.

Gli utenti vanno anche a caccia di contenuti che non riguardano solo donne e uomini in carne e ossa ma personaggi di fumetti e serie TV: Harley Quinn, Elastigirl, Gli Incredibili, Star Wars, i Griffin. I fenomeni del 2018, però, riguardano i videogiochi. Il primo è Bowsette, personaggio femminile di Nintendo, è stata cercata quasi 35 milioni di volte. Il secondo è Fortnite.

Ogni volta che questi video-giochi rilasciano dei nuovi personaggi, gli utenti li cercano su un sito porno. Videogiochi spesso per bambini e adolescenti. Ricordiamo infatti (dati di Convenant Eyes) che 8 minori su 10 cercano pornografia abitualmente prima dei 18 anni. Un dato che PornHub non potrà mai darci dato che la pornografia è tecnicamente illegale per i minori in molte nazioni del mondo, Italia compresa.

La giornata dove si è guardato meno porno in Italia è il ferragosto (-22%), mentre a San Valentino c’è stato un aumento del 7%. 

Il cellulare è il dispositivo principale dove si cerca pornografia (68% in Italia). Una costante disponibilità che porta ad una grande epidemia. Immaginate un tossicodipendente con una dose di eroina disponibile sempre in tasca. 

Come ho preannunciato nelle tante conferenze in giro per il mondo, le statistiche che riguardano le donne stanno aumentando. Dal 23% al 29% in Italia. Un nuovo studio statunitense esamina l’uso della pornografia tra i giovani. 91-99% i ragazzi e 60% le ragazze. 

TERMINI RACCAPRICCIANTI

I termini ricercati sono raccapriccianti. L’industria pornografica non ha limiti quando si tratta di “disumanizzare” e “sfruttare”. La categoria “Hentai” nello specifico, capitalizza su fantasie animate illecite che coinvolgono bambini, adolescenti, animali ecc. Categorie come MILF, Mamma, Matrigna ecc. normalizzano l’incesto. La categoria “teen” (adolescente) normalizza la pedo-pornografia e la pedofilia. 

Tutto quello che è considerato “inaccettabile” nella nostra società, diviene normale nella pornografia online. La domanda che dobbiamo spesso porci: “la linea che divide le fantasie dall’azione è veramente così spessa come ci raccontano? Io credo di no. 

Il porno glorifica l’abuso, il degrado e la violenza. Il porno non ha riguardi alla dignità umana. Il porno rende le persone degli oggetti per un piacere personale egoista. 

CONSIDERAZIONI FINALI

Nel 2018 il porno online è divenuto ancora più accessibile, normale e “mainstream”. Purtroppo non ci sarà un limite a tutto questo se non agiamo con una “contro-rivoluzione” che parte da me, da te, dai tuoi amici e dalla tua famiglia.

Lottiamo… condividendo le informazioni sugli effetti nocivi del porno sulla nostra mente, relazioni e società. Non restiamo passivamente in silenzio davanti a tutto questo. Se non adesso, quando?

A presto
Antonio Morra

STATISTICHE 2017

https://www.pornotossina.it/2018/12/15/porno-online-agghiaccianti-statistiche-2018-aumentano-le-donne/

https://www.pornotossina.it

Conferenza TRUE LOVE, Centro Uria, relatori Mike Genung, Antonio Morra,Brittni De La Mora

Se non eri presenti alla conferenza TRUE LOVE puoi ascoltare la storia di Brittni De La Mora “da pornostar a Cristo”
Finalmente disponibili i video delle III sessioni principali durante la Conferenza TRUE LOVE
21-22 Settembre Centro Uria

Relatori:
Mike Genung (I Sessione)
Antonio Morra (II Sessione)
Brittni De La Mora (III Sessione)


 

TRUE LOVE, LA CONFERENZA NAZIONALE su relazioni, sessualità

Siamo lieti di invitarti a partecipare ad una conferenza unica nel suo genere: La prima conferenza Nazionale su relazioni, sessualità e pornografia.

Non esitarci a conttatare: info@conferenzatruelove.it – 081 18558286
Perchè TRUE LOVE (VERO AMORE)?

Sentiamo l’urgenza di informare, sfidare e formare gli adolescenti, i giovani, i genitori, gli educatori, i responsabili e i pastori su tematiche di estrema importanza.

Le statistiche sono agghiaccianti e rivelano quanto la nostra società si stia dirigendo in un baratro senza fine. MindGeek (uno dei maggiori produttori di pornografia) ha rilasciato le statistiche dell’anno appena concluso. 28,5 miliardi di visite all’anno, che tradotto fa 81 milioni di persone al giorno. I visitatori si trovano nella maggior parte nella fascia d’età 18-24 e 25-34. Bambini, in Italia, che già ad 11 anni iniziano a guardare pornografia online.

Grazie al cosiddetto divorzio breve, introdotto dalla legge 55 del 6 maggio 2015, il numero dei divorzi è notevolmente aumentato in Italia, rispetto agli anni precedenti: del 57%.

Aumentano tra gli adolescenti e giovani i rapporti prima del matrimonio e la promiscuità. Un aumento del 33%.
Non possiamo rimanere in silenzio

Un quadro che ha bisogno di una risposta decisa e concreta da parte della chiesa in Italia… da questo nasce l’idea di una conferenza che affronta tali problematiche considerate spesso tabù.

  • Tre incontri (sessioni) principali
  • Seminari specifici per adolescenti & giovani, genitori & educatori, responsabili & pastori di chiesa
  • Servizio ristorazione, bar e intrattenimento per bambini

PROGRAMMA CONFERENZA
Ingresso Gratuito
Venerdì 21 Settembre 2018

19:30 Prima Sessione
21:30 Ristorazione – Bar Centro Uria

Sabato 22 Settembre 2018

10:30 Seconda Sessione
13:00 Pranzo: €10 Adulti – 5€ bambini (prenotarsi presso la nostra segreteria)
17:00 Seminari/Workshop
-Adolescenti e Giovani
-Genitori e Educatori
-Responsabili di Chiesa e Pastori.
19:30 Terza Sessione
21:30 Serata Pub (prenotarsi presso la nostra segreteria)

Sarà disponibile per tutte le sessioni principali, intrattenimento per bambini sotto i 12 anni.



L’articolo TRUE LOVE, LA CONFERENZA NAZIONALE su relazioni, sessualità proviene da Pornotossina.it.